Proteggere la scuola. Il caso dell’Istituto Giulio Natta